giovedì 10 novembre 2016

Il nuovo corso

Mi sono trovato a un bivio
tra la luce e il buio
nel silenzio più assoluto.
Io, che dell'oscurità ho fatto la mia cifra
la mia protettrice
la coperta sicura che mi permette di vedere ma di non essere visto.
Io
mentre scendevo
mentre la macchina lanciava il suo inquietante allarme
mentre il rosso si accendeva intermittente
ho dovuto scegliere
in un punto preciso ho scelto
ho scelto di non abbandonarmi al mio normale respiro
ho scelto di dare una possibilità al mio cuore
ho intrapreso la stradina di una flebile speranza
ho sfruttato uno spiraglio di luce
nel guardare, tranquillo, un volto amico, di profilo.
E non è vero che quando ti trovi lì pensi a tutto
non pensi a niente
solo al prossimo respiro
traguardo insperato. 




All' 'extended play' che la vita ha voluto dare alla mia vita.